Ma come si vive in Marocco?

 

Come ti chiami ? Quanti anni hai ? Qual’è la tua nazionalità ?

Chris , 52 anni e sono francese.

Da quante persone è composta la tua famiglia ?

Tre persone.

Di che nazionalità è tuo marito ?

Franco-marocchino.

Qual’è la tua professione ?

Responsabile di progetti di qualità.

Cosa ami e cosa detesti del Marocco ?

Amo, il confort della vita , anche se lo stress sta prendendo piede visto lo sviluppo economico.

Amo la convivialità, essere d’aiuto ad altri stranieri, le case aperte dove i ragazzi vanno e vengono.Amo il couscous e le tajine perché si condividono in maniera informale e senza tanti chichi tra gli amici e famigliari. amo gli incontri che ho potuto fare di persone di origini molto diverse e che non avrei mai potuto incontrare nel mio microcosmo  sociale francese e l’apertura di spirito e di tolleranza che ho imparato ad avere. Amo il nuovo spirito che la durezza della quotidianità per un certo numero di marocchini ci obbliga a porci delle domande e a definire le varie priorità della vita, lasciando da parte tutti gli schemi consumistici che la società occidentale ci impone.

Amo il fatalismo dei marocchini davanti alle ingiustizie e alle miserie della vita. Le lacrime di dolore in pubblico non sono indecenti, ma sono terapeutiche davanti alla malattia o alla morte. Qui le persone non sono mai lasciate sole.

Amo e detesto l’approssimazione, quando puoi parcheggiare in tripla fila senza pagare una multa, oppure saltare una fila interminabile all’amministrazione, ma poi capita anche che hai l’idraulico che dopo che è stato da te tre volte, la perdita d’acqua è ancora presente.

Detesto Casablanca  mega-metropoli che é tutto meno il Marocco.

Detesto l’urbanizzazione ad oltranza e l’inquinamento onnipresente.

Detesto il periodo di ramadan perché  lena  alla sfera privata delle persone.

Detesto gli sguardi pesanti che qui è pratica comune sopratutto per curiosità.

Detesto gli stranieri che pensano di essere in un paese che hanno conquistato e che danno lezioni.

Frequenti un club, un’associazione o un gruppo culturale ? Se si, quale ?

Faccio parte di un’associazione genitori e frequento regolarmente l’associazione di francesi dei Mohammedia.

Aiuto anche un’associazione  che aiuta la scolarizzazione delle ragazze nella cittadina di origine di mio marito, raccolgo libri per le scuole nelle zone rurali.

Pratichi dello sport ? Quale ? E’ più caro rispetto alla tua nazione ?

No.

Da quanto tempo vivi in Marocco ?

19 anni.

Dove abitavi prima ?

Biarritz

Hai vissuto in altri paesi oltre al Marocco ? Quali ?

No

Qual’è il tuo piatto marocchino preferito e perché ?

R’fissa et Tangia

Qual’è la città del Marocco che ti ha più affascinato ? E quella meno ?

La valle du Dades et Essaouira

La città di Agadir perché è senza anima.

Dove vai a fare la spesa souk o supermercati ?

Nel souk e piccoli commercianti locali principalmente. Nei supermercati per i prodotti europei importati.

Quando viaggi in Marocco vai negli hôtel oppure nelle maisons d’hötes ? Perché ?

Maisons d’hôtes per la loro autenticità e la loro convivialità cerco di sfuggire i turisti.

Hai un aiuto in casa ? Quante ore per giorno ?

Si sei ore per giorno.

Dove comperi i tuoi libri ?

In Francia

Parli arabo ?

Arabo dei lavori di casa.

Quando devi fare dei documenti come fai ?

Mi reco negli uffici competenti dove ho sempre trovato accoglienza ed assistenza.

In quale scuola mandi i tuoi figli ? Perché questa scelta ?

Alla scuola francese, per avere un’apertura all’insegnamento all’estero e sopratutto in caso di ritorno in Francia.

Vai al cinema ?

Eccezionalmente per via del costo basso dei dvd

Cosa fai nel tuo tempo libero ?

Visto che lavoro cerco di stare il più possibile con la mia famiglia. Ho anche degli amici con cui passo dei bei momenti. Se no il mio piacere sono i massaggi, un momento di pure relax, decisamente abbordabile.

Perché hai scelto di vivere in Marocco ? Lo consiglieresti ? Perché ?

Ho lasciato la Francia dopo un lungo periodo di disoccupazione. il Marocco era geograficamente vicino e poi francofono, con un accesso favorevole in quanto  francese. ci ero stata diverse volte in vacanza negli anni precedenti e molti dei miei amici universitari erano marocchini.

Lo consiglio a tutti gli stranieri che hanno un contratto da expat e che hanno una capacità di integrazione, liberi da ogni pregiudizio religioso e razziale, curiosi e desiderosi di scoprire un paese con una forte cultura con dei paesaggi meravigliosi e vari.

Le cose positive e negative nel vivere in Marocco.

L’ accesso difficile,  alle volte impossibile ( se non si è sposati ad un marocchino) ad una carriera per la donna e sovente con dei contratti precari se non assunte da una grande multinazionale.

Il costo della vita, che nonostante in questi anni sia aumentato, resta abbordabile. La possibilità di avere un aiuto in casa.

La difficoltà di occupare i bambini/ragazzi durante le vacanze scolastiche, sopratutto estive ( mancanza di colonie, centri estivi etc).

E’ indispensabile avere delle entrate sufficienti per potersi permettere dei viaggi nel paese di origine di tanto in tanto per rigenerarsi e in un secondo tempo per pagare le tasse scolastiche.

Un commento sulla tua vita in Marocco.

Superati i 50 anni lavoro, cosa che non è così facile in Francia.

Dopo quasi vent’anni incomincio a sentire una certa usura, l’urbanizzazione forzata nelle città , caccia la convivialità. Preferivo il Marocco dove non trovavo il camamber, ma che aveva l’anima di un villaggio, dove i bambini giocavano per strada ed imparavano l’arabo.

Ad ogni viaggio sono contenta di partire, ma anche contenta di tornare. Il mio cuore sarà per sempre diviso in due tra il mio paese di origine ( che non capisco più fino in fondo perché non vivo più il mio quotidiano) e il mio paese di adozione che é quello di mio marito e di mio figlio.

14 thoughts on “Ma come si vive in Marocco?

  1. …… meraviglioso questo blog! Da sempre ho il desiderio di visitare il Marocco ma in fondo sento di averne un po’ paura….non so perché! Forse ora, leggendoti lo capirò meglio e sarò pronta a visitarlo. Ciao Simona

Grazie per i vostri commenti

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...